Nessuna proroga sul GDPR

Relativamente  all’adeguamento in materia di privacy si sottolinea che non  è stato concesso alcun periodo di astensione dall’attività sanzionatoria.

Lo ribadisce in una Relazione del 10 luglio scorso  il Presidente del Garante della Privacy, Antonello Soro che   conferma quanto pronunciato in sede di audizione parlamentare sullo schema di decreto legislativo di adeguamento al GDPR: verrà effettuata prioritariamente  l’attività ispettiva  e sanzionatoria su situazioni di maggior rilievo in tema di trattamento dati .

Il Presidente conclude affermando che il GDPR 679/2018 è in vigore e  pienamente applicabile dal 25 maggio 2018 per tutte le imprese, a prescindere da dimensioni e  graudalità di rischio ,  che devono adottare misure necessarie a scongiurare qualsiasi azione sanzionatoria.