Posa segnaletica stradale in presenza di traffico veicolare (decreto 22 gennaio 2019 in GU)

 Il 15 marzo è entrato in vigore il decreto pubblicato il 13 febbraio scorso sulla Gazzetta Ufficiale n.37, recante le procedure di revisione, integrazione eapposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

Tale documento va ad abrogare il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro della salute e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del 4 marzo 2013.

Le fasi di installazione, di disinstallazione e di manutenzione della segnaletica di cantiere, sia programmata che quella legata agli interventi in situazione di emergenza (ad esempio, per incidenti stradali), costituiscono attività lavorative comportanti un alto rischio di infortunimortali derivante dall’interferenza con il traffico veicolare.

Il nuovo decreto riporta i criteri per la posa in sicurezza della segnaletica stradale, per la formazione del personale coinvolto e per l’uso corretto dei Dpi.

Cosa è cambiato?

  1. tutti gli operatori coinvolti in questi lavori devono essere obbligatoriamente formati
  2. la squadra deve essere composta in maggioranza da operatori che abbiano esperienza nella categoria di strada interessata dagli interventi
  3. viene disciplinato il passaggio da “lavoratore” a “preposto”: se il nuovo preposto ha già effettuato il percorso formativo come lavoratore, la formazione deve essere integrata, in relazione ai compiti dal medesimo esercitati, con un corso della durata di 4 ore più una prova di verifica finale.
  4. le ore di aggiornamento passano da 3 a 6 e gli aggiornamenti devono essere distribuiti nel corso di ogni quinquennio successivo al corso di formazione (attualmente era ogni quattro anni).
  5. vengono definiti nuovi vincoli e regole relativi agli spostamenti di personale a piedi in talune situazioni;
  6. è stata aggiunta la valutazione del rischio di investimento accidentale degli operatori a piedi da parte di un veicolo di supporto in caso di tamponamento del veicolo stesso;
  7. le procedure di discesa dal veicolo in presenzadi traffico veicolare vengono estese anche alla risalita sul veicolo stesso;
  8. viene previsto che, qualora il veicolo sia posizionato sulla corsia di sorpasso (in strade ad almeno due corsie per ogni senso di marcia), l’uscita dal cantiere dovrà avvenire (preferibilmente) al termine del cantiere stesso;
  9. vengono inserite numerose modifiche riguardanti le modalità di segnalazione di situazioni di emergenza;
  10. vengono previste numerose modifiche riguardanti le modalità di segnalazione e delimitazione dei cantieri fissi e mobili

Gsa organizza corsi di formazione teorico-pratica, sia presso le aziende clienti sia in sessioni interaziendali con campo prova, destinati ai lavoratori addetti e preposti alle attività di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgano in presenza di traffico veicolare, conformi a quanto indicato nell’allegato II del decreto e gestiti da soggetti formatori qualificati e abilitati.

Per informazioni su calendario e programma dei corsi, scrivi a formazione@gsaconsulenze.it o chiama lo 035577247