Preposto assente in cantiere

Cosa deve fare il Datore di lavoro  in caso di assenza prolungata sul cantiere del  Preposto Capocantiere?

La risposta arriva dalla pronuncia della sentenza della Corte di Cassazione  51530 del   15 novembre 2018.

 Il caso riguarda un  infortunio mortale occorso a lavoratore  addetto ad operare sulla  copertura di una costruzione . I lavori si svolgevano in assenza , da giorni , del capocantiere . L’infortunio ha coinvolto  due lavoratori  caduti dall’alto i quali , provvisti di imbracatura di protezione , non erano assicurati  alle  linee vita e lavoravano senza che fossero state adottate altre misure di sicurezza a protezione dalla caduta dall’alto.

La Corte di Cassazione ha evidenziato  la mancanza delle dovute misure di messa in sicurezza del cantiere , nonostante gli addetti lavorassero all’altezza di sei metri, rilevando tra l’altro , la non corretta istallazione delle linee vita . Dalla sentenza emerge chiaramente la  responsabilità in capo al Datore di lavoro , che non ha provveduto alla  sostituzione del   capo cantiere assente  . La Corte ha concluso sentenziando che  “…qualora il capocantiere cui sia stato delegato il compito di assicurare il rispetto e l’osservanza delle norme di prevenzione degli infortuni sul lavoro sia assente, il datore di lavoro risulta responsabile perla mancata  previsione della supplenza ditale soggetto, anche con  propria diretta e personale assunzione del suddetto compito…”